Tamai - Abano 2-0

Partita troppo importante per essere anche bella. Quello che contava erano i 3 punti e l'obiettivo è stato raggiunto ora sguardo dritto al prossimo ostacolo: lo spauracchio Campodarsego.

Tamai - Abano 2-0

GOL: st 15' De Anna, 25' De Biasi

TAMAI: Zonta, Cramaro, De Biasi, Furlan, Colombera, Cudicio, Alcantara, Pignat, Maccan (st 38' Sellan), De Anna (st 47' Basso), Bezzo (st 42' Montagner). All. Saccon

ABANO: Bettin, Lacerti (st 41' Barison), Cecconello Manuel, Turea (st 35' Ridzal), Cherfa, Ceccarello, Gashi (st 10' Boreggio), Carteri (st 35' Barbiero), Cecconello Mattia, D'Alessandro (st 19' Faggin), Franceschini. All. Arnuzzo

ARBITRO: Catani di Fermo; assistenti: Regattieri di Finale Emilia e Spagnolo di Reggio Emilia

NOTE: ammoniti Carteri, Colombera, D'Alessandro. Recupero pt 0', st 3'. Angoli 4-0. Spettatori 300.

TAMAI - Dopo l'iniezione di fiducia di Arzignano, le furie ritornano al Comunale per la delicatissima sfida contro l'Abano, ultima in classifica. In una giornata che vede la Clodiense opporsi al Calvi Noale e l'Ambrosiana ospitare la Liventina, fare risultato assume il doppio dell'importanza.

Alla duplice defezione per squalifica di Poletto e Giglio, si aggiunge l'indisponibilità di Russian per un problema muscolare. Rientra invece Alcantara a prender possesso della fascia destra, dopo il turno di stop.

Fin dai primi minuti i ragazzi si spingono nella metà campo avversaria per indirizzare la gara a proprio favore. Scalda i motori Pignat al 6'. Sponda con il petto di Maccan per la bordata di Alberto. Conclusione centrale, bravo Bettin a bloccare la sfera con i guantoni.

Prima vera palla gol al 10'. Alcantara sulla destra salta l'uomo e scodella in mezzo un assist al bacio. Maccan svetta al centro ma il suo colpo di testa non è preciso ed esce di un soffio. 

Si fanno vedere gli ospiti dopo venti minuti. Lacerti recupera palla e riparte in velocità con un coast to coast che si conclude fortunatamente con un diagonale strozzato sul fondo.

Nuova fiammata delle furie, che prima della mezz'ora si presentano altre 3 volte davanti a Bettin. Bezzo cambia gioco in direzione di Alcantara, controllo e stoccata dal limite che deviata da un difensore, termina in corner. 

Al 26' ci riprovano poi in rapida sequenza De Anna (conclusione stoppata) e Pignat (alta sopra la traversa) ancora senza trovare fortuna.

Ultima chance prima del riposo con un altro pallone tagliato nel mezzo, in ritardo Maccan non riesce ad arrivare puntuale per la deviazione vincente.

Affila la mira De Anna in avvio secondo tempo. Riceve palla spalle alla porta e dopo un controllo rapido va al tiro da fuori area. Para senza troppi patemi Bettin.

Al secondo tentativo, il giovane classe 98' va a segno. Cross lungo di Maccan al 15'. Marco raccoglie la palla sul secondo palo, si libera del proprio marcatore con una splendida giocata sullo stretto e supera il portiere con un tocco morbido, deviato da un difensore.

Il vantaggio ingolosisce i ragazzi che 5' più tardi vanno vicini al raddoppio. De Anna protegge palla e appoggia per l'inserimento di Furlan, conclusione a giro verso il secondo palo, fuori non di molto.

Due a zero che si concretizza al 25'. De Biasi, in posizione offensiva dopo un corner non allontanato, con il piede forte lascia partire un fendente potente che buca Bettin sul secondo palo.

È la rete che chiude i giochi e lascia spazio a una serie di avvicendamenti in campo che tuttavia, non muovono il parziale. Successo fondamentale e obbligatorio al tempo stesso. Mancano 3 finali dove bisognerà dare tutto per scoprire poi il destino che verrà. Si comincia dalla trasferta di Campodarsego. Suu rossi su!!!

PIÙ E MENO

+ Serviva una vittoria a tutti costi e tale è stata. Così come nella gara di andata e nonostante un primo tempo a ritmi blandi, nella ripresa i ragazzi sono riusciti a sbloccare la situazione, prima che l'ansia da risultato prendesse il sopravvento. Tra i migliori sicuramente De Anna, autore del gol del vantaggio con un pregevole spunto tecnico. Anche la difesa regge bene l'urto, senza correre particolari pericoli.

– Il ritorno ai 3 punti (primo successo della gestione Saccon) dà fiducia verso questo finale di stagione, sulla scia di quanto visto ad Arzignano. Tuttavia, per un'ora sono mancate un po' di determinazione e intensità, caratteristiche imprescindibili nella lotta salvezza. Forse la paura di vincere, ma da qui in avanti, vista la caratura degli avversari, la grinta sicuramente non mancherà.

Fabrizio Sacilotto

 

Interviste post gara 

Tira un sospiro di sollievo mister Saccon. Al quinto tentativo, il suo Tamai centra i 3 punti, in una gara delicata nella lotta salvezza. Come all'andata, una sfida non priva di sofferenza per le furie, che la sbloccano nella ripresa dopo una prima frazione giocata a rilento: <<All'inizio eravamo un po' contratti - riconosce il tecnico - e volevamo far gol subito. Spesso siamo stati precipitosi cercando di inventare la giocata che potesse cambiare la partita. Abbiamo creato un paio di situazioni pericolose come ad esempio il colpo di testa di Maccan, ma il fatto di cercare il gol con insistenza per risolverla subito a tutti i costi, ti sbilancia anche mentalmente e rischi di prendere delle imbarcate. Oltretutto abbiamo commesso troppi errori di impostazione che vanno evitati>>. Nel secondo tempo poi, cos'è cambiato? <<Ci siamo parlati negli spogliatoi e abbiamo riconosciuto fosse necessario aver un po' più di pazienza. De Anna è stato bravo a indirizzare la gara con una sua giocata personale e alla fine penso che abbiamo meritato il risultato, legittimando con De Biasi, bravo sempre a proporsi in avanti>>. Ora le ultime 3 finali: <<Questi 3 punti ci danno la spinta ma di fatto non cambiano la situazione. Dobbiamo solo pensare alla prossima partita>>. Dall'ultima alla prima, mentalmente sarà diverso? <<Sicuramente si, perché oggi tutti si aspettavano che facessimo risultato. A Campodarsego la partita si presenta da sola, non saranno necessarie particolari motivazioni. Andremo lì per cercare di invertire il risultato dell'andata>>.

 

Fabrizio Sacilotto