Arzignano - Tamai 1-1

Partita magistrale dei ragazzi di mister Saccon che fino alla fine lottano ad armi pari e provano a portare a casa il risultato pieno in casa della terza forza del campionato. Quando l'arbitro ha fischiato il rigore a nostro favore a 5' dalla fine, tutti i tifosi presenti hanno pensato fosse finalmente giunto l'episodio della svolta e invece il portiere di casa ha sfoderato un intervento prodigioso sul nostro bomber Maccan (foto di copertina). Peccato, ma portiamo a casa la conferma che non siamo secondi a nessuno e che uscire tra i complimenti della tifoseria locale ha fatto piacere, ma non ci basta più. Adesso aspettiamo tutti la conferma della prestazione domenica prossima contro l'Abano.
Arzignano Valchiampo- Tamai 1-1
GOL: pt 14' Maccan, 39' Raimondi
ARZIGNANO: Dani, Toso (st 1' Scandilori), Vanzan, Maldonado, Bordi, Salvadori (pt 24' Bigolin), Raimondi, Hoxha (st 14' Casagrande), Odogwu (st 27' Fracaro), Ilari (st 14' Valenti), Forte. All. Italiano.
TAMAI: Zonta, Russian, De Biasi, Furlan, Colombera, Cudicio, Bezzo (st 37' De Anna), Pignat, Maccan, Giglio, Poletto (st 44' Nadal). All. Saccon
ARBITRO: Rinaldi di Messina; assistenti: Feraboli di Brescia e Facchini di Parma.
NOTE: ammoniti Bigolin, Giglio, Poletto, Maldonado. Angoli 2-5. All'85' Maccan si fa parare un rigore da Dani.
 
ARZIGNANO - Cinque giornate al termine, cinque finali per vendere cara la pelle. Comincia da Arzignano il rush decisivo che il 6 maggio racconterà le sorti di questo campionato per le furie. Lottare fino alla fine per evitare i playout anche se il calendario, sulla carta, è tutt'altro che favorevole.
Mister Saccon, per trovare i primi punti della sua gestione, rilancia tra i pali Zonta, inserisce Furlan per rinforzare il centrocampo e sceglie la carta Bezzo per sostituire lo squalificato Alcantara.
Come nelle ultime uscite, l'avvio di gara è favorevole ai ragazzi. Azione rapida al 9'. Bezzo sul versante sinistro dialoga bene con Pignat e dal fondo crossa nel mezzo. Maccan si allarga sul secondo palo e di testa fa da sponda, in area però, non arriva nessuno a supporto. Ancora Tamai al quarto d'ora. Pignat recupera palla a centrocampo, appoggio su Maccan e apertura di prima sulla fascia per Giglio. Bravo Matteo a saltare l'uomo e restituire palla a Maccan, che di prima intenzione, incrocia con il sinistro sul secondo palo per la rete dello 0-1. 
I padroni di casa si fanno vedere alla mezz'ora di gioco con Raimondi che dal limite, cerca l'angolo lontano sfiorando l'incrocio dei pali. Il centrocampista scalda il destro, ripetendosi al 38' su appoggio di Odogwu. Zonta blocca. 
Al terzo tentativo però, l'Arzignano trova il pari. Raimondi va alla conclusione da fuori che, sporcata da Cudicio, mette fuori causa Zonta. Il guardalinee inizialmente ravvede un fuorigioco ma il direttore di gara interviene e dopo un rapido consulto, decide di assegnare la rete.
Al rientro in campo, è l'Arzignano a bussare per primo. Raimondi ruba palla a Cudicio, assist in mezzo per Ilari che ci prova con il tacco, Zonta è attento e para agevolmente. 
Buoni gli spunti dei ragazzi a cavallo del quarto d'ora. Giglio, tra i migliori, spezza il fraseggio dei padroni di casa e verticalizza per Maccan. Attento Dani a capire gli sviluppi e anticipare l'attaccante in uscita. Per un soffio non arriva sulla sfera Pignat al 18' su suggerimento di Maccan. Giglio raccoglie la respinta corta della difesa ma non inquadra la porta.
Azione pericolosa ancora delle furie al 31'. Cambio gioco di Giglio a servire Bezzo in area, eccesso di generosità di Luca che anziché tirare serve Maccan, anticipato da un difensore.
Episodio decisivo al 40'. Pignat viene atterrato in area e per l'arbitro è calcio di rigore. Dani però è prodigioso ad ipnotizzare Maccan parando la conclusione.
Rischio beffa poco dopo con il tiro potente di Valenti che costringe Zonta agli straordinari.
Al 45' ancora Tamai ad un passo dalla rete ma Pignat di testa manca la stoccata mandando a lato a portiere battuto.
Ancora una volta si raccoglie meno di quanto dovuto. Si esce da Arzignano con i complimenti del pubblico di casa e con la consapevolezza di poter affrontare qualsiasi avversario. I punti ora però scottano e le contemporanee sconfitte dei nostri avversari diretti, avrebbero potuto avvantaggiarci di più. Ora testa all'Abano, dove mancheranno Giglio e Poletto per squalifica, ma rientrerà Alcantara. Suu rossi su!!
 
PIÙ E MENO 
 
+ Partita più che positiva contro un avversario di calibro elevato. Il risultato dà consapevolezza dei propri mezzi ed è un segnale che il Tamai è vivo e lo sarà fino all'ultima giornata. Protagonista Giglio in fase di recupero palla e impostazione della manovra, sempre nel vivo del gioco, così come Pignat, molto propositivo. Decisivo Zonta con la parata salva risultato sull'1-1 e una prestazione sicura e autorevole.
 
– L'unica nota stonata di oggi è il non aver approfittato a pieno del passo falso delle nostre avversarie dirette. Un pizzico di sfortuna aleggia sempre, come nell'occasione del pari subìto, con quella deviazione a mettere fuori causa Zonta. Rammarico anche per il rigore, nonostante il bell'intervento del portiere avversario. I campionati vivono sugli episodi. Speriamo che quel briciolo di cinismo mancato, non vada rimpianto.
 
Fabrizio Sacilotto 
 
Interviste post gara
È un pareggio che trasuda positività, perché è il primo punto della gestione Saccon e perché l'avversario è di un certo livello. Se non basta la classifica a testimoniarlo, lo sottolinea sicuramente la statistica casalinga dell'Arzignano. Imbattuto e al quarto segno "x" oggi.
D'altronde, vietato essere negativi in questo momento. Mancano solo 4 partite, da giocare con il coltello tra i denti. Anche mister Saccon sa che uscire indenni da questo campo, può essere stata finalmente la scintilla giusta: <<sono soddisfatto di come i ragazzi hanno giocato. Abbiamo cercato di contrastare i nostri avversari e di ripartire. Purtroppo abbiamo subito una rete sfortunata, praticamente un autogol visto che la traiettoria ha preso una direzione opposta rispetto al tiro>>. Primo punto della sua gestione. Pesano di più i due punti lasciati sul campo? << No credo che sia un punto assolutamente guadagnato. Loro sono una buona squadra che sa giocare bene e fare un ottimo possesso palla. Abbiamo saputo metterli in difficoltà ed è un peccato per il rigore che ci avrebbe portato sull'1-2. Non ha sbagliato Maccan ma è stato bravo il loro portiere perché la conclusione era molto angolata>>. Testa già all'Abano? <<Certamente visto che sarà una partita molto insidiosa. Loro sono una squadra che lotta fino all'ultimo su ogni pallone e non potremo permetterci cali di tensione. Bisogna prepararla bene. Ci mancheranno Giglio e Poletto che saranno squalificati ma recupereremo Alcantara>>.
 
Fabrizio Sacilotto