Tamai - Este 1-4

Partita dai due volti quella a cui abbiamo assistito oggi al Comunale di Tamai, un primo tempo con almeno 5 occasioni da gol per i ragazzi di mister Bisioli (di cui un palo interno clamoroso colpito da Maccan) e chiuso in svantaggio nell'unica occasione degli ospiti. Tutti si aspettavano una reazione nel secondo tempo e invece è sembrato come se la squadra non fosse rientrata in campo, forse anche scossa per il grave infortunio occorso nel finale del tempo al giovane Battaino a cui vanno gli auguri di tutti per una ripresa migliore possibile.

Tamai - Este 1-4

GOL: pt 33' Bigoni; st 7' Bigoni, 11' Rondon, 18' Fioretti, 29' rig. Maccan

TAMAI: Zonta, Bezzo, De Biasi, Faloppa, Cudicio (st 28' Colombera), Pignat (st 25' Furlan), Alcantara (st 22' Sellan), Poletto (st 14' Cramaro), Maccan, Giglio, Battaino (pt 48' Montagner). All. Bisioli.

ESTE: Lorello, Pizzolato (st 49' Stellin), Fioretti, Viviani, Ostojic, Bigoni (st 49' Varnava), Tomasini (pt 40' Faggin), Cassandro, Ferrando, Rondon (st 25' Colacicco), Dei Poli. All. Florindo

ARBITRO: De Lapua di Nola; assistenti: Basilli di Siena e Angelini di Empoli

NOTE: ammoniti Alcantara, Fioretti. Recupero pt 3'. st. Angoli 7-4. Spettatori 250.

TAMAI - Ultimo appuntamento del 2017 prima del rompete le righe e l'arrivo delle festività natalizie. Una vittoria rappresenterebbe il regalo più gradito sotto l'albero di mister Bisioli e dei suoi ragazzi. Sia per dare continuità ai 3 punti arrivati a Belluno, sia per migliorare il trend in casa dove, al di là di tante ottime prestazioni, il Tamai ha raccolto meno di quanto dovuto.

Avvio promettente delle furie. Nemmeno un giro d'orologio e Alcantara dalla destra scodella nel mezzo un cross invitante. Di un soffio Maccan arriva tardi all'appuntamento con il gol. Dopo una fase di stallo, a ridosso della mezz'ora la partita si vivacizza. 

Minuto 24: punizione battuta male dall'Este, Alcantara recupera palla e innesca Maccan lanciato a rete in contropiede. Denis però, sulla pressione dei difensori in recupero, "mastica" la conclusione senza inquadrare lo specchio. Buon momento per i ragazzi che 5' più tardi sfiorano ancora il vantaggio. De Biasi galoppa sulla corsia di sinistra, pennellata in mezzo ma Maccan in equilibrio precario, colpisce alto. Ci prova anche Pignat con un fendente teso. Lorello osserva il tiro che termina a lato non di molto. 

Il Tamai fa la partita ma come un fulmine a ciel sereno, è l'Este a portarsi in vantaggio. Corner di Rondon e Bigoni a centro area al volo trova la girata vincente. 

La rete è una vera beffa perché, anche dopo lo svantaggio, sono i padroni di casa a gestire la partita. Cross dalla destra e ancora Maccan ha sulla testa il gol del pareggio. Palo pieno a portiere battuto e furie ancora sfortunate. Prima della fine, anche Giglio ha la sua occasione. Dribbling secco dal limite, destro a giro e conclusione di centimetri fuori dallo specchio. Da segnalare in pieno recupero un brutto infortunio per Battaino. L'appoggio sul terreno dopo uno splendido aggancio, gli causa un movimento innaturale del ginocchio, che lo costringe al cambio.

Il rientro in campo per i secondi 45' non è di buon auspicio per le furie, che dopo 7' purtroppo subiscono il raddoppio. Bigoni riceve palla spalle alla porta, accelera da fermo sul diretto avversario e anticipa l'uscita di Zonta con un diagonale secco. È un colpo pesante sul morale dei ragazzi, che poco dopo vedono aumentare il parziale. Punizione dal limite di Rondon, traiettoria che passa sopra la barriera e si infila alle spalle di Zonta, che riesce solo a toccare con la punta delle dita.

L'Este nella ripresa è un'altra squadra e al 18' affonda il poker. Scambio in velocità tra Bigoni e Fioretti con quest'ultimo che dopo aver superato Faloppa, fulmina Zonta sul primo palo con una bordata sotto la traversa.

Il passivo ormai anche troppo pesante visto quanto espresso, si accorcia al 29' con Maccan che dal dischetto spiazza Lorello per la rete dell'1-4.

La gara non offre più altre emozioni e i ragazzi incassano una sconfitta pesante. 

Resta il rammarico per un primo tempo giocato su grandi ritmi, che non è stato però concretizzato a dovere. Nel secondo tempo l'Este è uscito fuori alla grande impedendo ai ragazzi di reagire. La sosta arriva al momento giusto, per ricaricare le energie e lavorare su alcuni cali di concentrazione. La classifica ora come ora non sorride ma il morale va rialzato immediatamente. Suu rossi su!!

PIÙ E MENO

+ Tamai in versione "dottor Jekyll e mister Hyde". Primo tempo da dr. Jekyll giocato con grande intensità, dominato dal punto di vista del gioco e con diverse occasioni in fase offensiva. Manca solo la rete, che gli ospiti realizzano sfruttando l'unica occasione concessa loro. Peccato perché il vantaggio sarebbe stato più che meritato, un po' di disattenzione e tanta sfortuna hanno fatto il resto. 

– Nella ripresa invece, le furie sono l'ombra di loro stesse e scompaiono dal campo. Tre gol incassati nei primi 20' sono una stangata pesante e i ragazzi non riescono a rialzare la testa, salvo accorciare le distanze su rigore. Purtroppo davanti al proprio pubblico il Tamai fatica a portare a casa punti. Ora arriva la sosta per ricaricare le pile e recuperare terreno. 

Fabrizio Sacilotto


La polisportiva Tamai augura a tutti i suoi tifosi e alle loro famiglie un sereno Natale e un felice anno nuovo!

Interviste post gara 

Cerca di prenderla con filosofia mister Bisioli. La sconfitta arriva in modo inaspettato se si resta fermi ai primi 45'. É un motivetto purtroppo che si ripete, dopo le prestazioni con Arzignano e Campodarsego. Avvio promettente e secondo tempo che cancella quanto di buono si è visto prima: << Per Natale mi sa che faremo benedire questo campo - prova a stemperare il tecnico - è un peccato mortale vedere questa squadra che gioca un bel calcio ma poi sono gli altri a far gol e per di più alla prima occasione. É successo oggi, han segnato al primo o al secondo tiro in porta, ma è una cosa che si ripete perché anche nelle precedenti partite in casa purtroppo è finita cosi>>. Quale può essere quindi una giusta interpretazione a questo calo, dopo una partita tenuta in pugno? << Non lo so, ce lo stiamo chiedendo insieme ai ragazzi. In trasferta le cose vanno diversamente mentre in casa forse abbiamo la sensazione che prima o poi, giocando così, il gol arriverà>>. Sicuramente la sfortuna gioca la sua variabile. <<Si non siamo fortunati - commenta Bisioli - ma non è giusto attaccarsi solo a quello. Dobbiamo lavorare e migliorare su questo, mantenendo la concentrazione, cosa che in trasferta forse ci viene più facile. A volte pensiamo di avere la partita in mano e che ci sia tutto dovuto ma non è cosi. Sulla stessa linea di pensiero anche il presidente Verardo: << è un peccato perché dopo prestazioni così non riusciamo a portare a casa il risultato. In casa succede spesso e non capisco se sia mancanza di concentrazione o ci siano altri fattori. Spiace perché volevamo finire l'andata con un altro risultato>>. Infine, una battuta sulle condizioni di Battaino uscito dal campo molto dolorante: <<Abbiamo paura sia il ginocchio. Il ragazzo urlava dal dolore ed è stato portato in pronto soccorso. Temiamo per un infortunio serio. Una doccia fredda dopo che in settimana abbiamo ricevuto anche notizie sconfortanti su Kryeziu che dovrà anche lui operarsi, per la rottura dei legamenti. Non è un momento positivo ma guardiamo avanti>>.

Fabrizio Sacilotto