Tamai  - Campodarsego 2-4

Difficile commentare l'ennesima sconfitta casalinga dei ragazzi di mister Bisioli. Il risultato sembra non dare alibi e invece oggi al Comunale abbiamo assistito ad una partita gagliarda da parte delle Furie condita si da qualche errore, ma certamente non assistita dalla buona sorte. Non resta che preparare al meglio la partita di domenica prossima nel difficilissimo campo di Belluno.

Tamai - Campodarsego 2-4

GOL: pt 12' Giglio; st 9' Giglio, 10' aut. Pignat, 28' Aliù, 31' Leonarduzzi, 49' Nalesso

TAMAI: Andreatta, Bezzo, Russian (st 4' Roman), Giacomini (st 46' Sellan), Cudicio, Pignat (st 36' Franciosi), Alcantara, Poletto, Maccan, Giglio, Battaino (st 22' Montagner). All. Bisioli

CAMPODARSEGO: Pirana, Dario, Ndoj, Trento, Colman Castro, Leonarduzzi, Caporali (st 28' Beccaro), Radrezza, Aliù, Kabine (st 47' Nalesso), Michelotto (st 49' Pietribiasi). All. Fonti

ARBITRO: Calvi di Bergamo; assistenti: Boggiano di Monza e Marseglia di Milano

NOTE: ammoniti Michelotto, Russian, Caporali, Pignat, Pietribiasi. Recupero pt 1', st 4'. Angoli 4-8. Spettatori 500.

 

TAMAI - Dopo l'insidiosa ma vincente trasferta di Abano, le furie ritornano al comunale per fronteggiare l'ostico Campodarsego. Assente capitan Faloppa per squalifica, Bisioli arretra Bezzo sulla linea dei difensori, schierando Giacomini accanto a Cudicio a comporre la coppia centrale.

Nei primi 45' sono le furie (oggi in tenuta bianca) ad avere il maggior controllo della gara, annullando a livello di prestazione, il divario che effettivamente la classifica sottolinea. 

Superato il brivido iniziale per la traversa di Colman Castro con una spizzata su angolo di Radrezza, il Tamai passa in vantaggio. 

È il 12' quando Maccan in area di rigore appoggia di testa per l'inserimento di Giglio. Taglio perfetto e conclusione di collo pieno che non lascia scampo a Pirana.

Il Campodarsego accusa il colpo e le furie si mantengono in zona offensiva alla ricerca del raddoppio. Alcantara si vede salvare sulla linea da Ndoj, dopo che il suo colpo di testa su uscita a vuoto di Pirana era indirizzato a rete. Poco dopo al 29', gran giocata di Denis Maccan che riceve spalle alla porta, fa da perno sull'avversario e fa partire una sassata di sinistro che sbatte sulla traversa. Applausi scroscianti dalle tribune e 2-0 vicinissimo. Raddoppio che sembra realtà al 41', ma il direttore di gara decide di annullare per un presunto fallo di mano di Maccan (vedi immagine di copertina) al momento dell'aggancio in area. 

Bravo Andreatta in chiusura di tempo ad opporsi nel giro di 30" prima a Kabine e poi a Colman Castro, smanacciando sopra la traversa il suo colpo di testa.

Il secondo tempo si apre sulla falsa riga della prima frazione. Tamai aggressivo sulla metà campo ospite e avversari timorosi nelle ripartenze. Al 9' arriva il meritato e atteso raddoppio. Pignat è abile a recuperare palla in pressing su Leonarduzzi, filtrante per Giglio che vede respingersi la prima conclusione ma è lesto sulla seconda, a ribadire in rete.

Il doppio vantaggio potrebbe far respirare i ragazzi di Bisioli che però dopo nemmeno un giro d'orologio, si vedono dimezzare il distacco. 

Punizione battuta vicino all'out di sinistra, mischia in area e spizzata di Pignat che, nel tentativo di anticipare Kabine, manda nella propria porta.

Il ritrovato 2-1 risveglia gli ospiti, ma allo stesso tempo non demoralizza le furie che continuano a spingere nel tentativo di chiudere la gara. 

Clamorosa la chance al 27' che finirà poi per essere il momento "sliding doors" della partita. Giglio rovescia splendidamente ma la traversa evita il gol. Sulla respinta Montagner a botta sicura spedisce in rete, ma come nel primo tempo, l'arbitro annulla su segnalazione del guardalinee per posizione attiva di fuorigioco di Maccan.

Episodio determinante perché sul ribaltamento di fronte il Campodarsego pareggia. La firma è di Aliù che capitalizza un crossa dalla destra e al volo batte Andreatta.

Il Tamai questa volta ne risente e dopo 3' subisce il sorpasso. Calcio d'angolo di Radrezza e Leonarduzzi solo all'altezza del primo palo, anticipa i difensori trovando il vantaggio. In pieno recupero c'è spazio anche per la rete del 2-4 ad opera del neo entrato Nalesso, che approfitta di un pasticcio difensivo per battere Andreatta.

Gran peccato perché per 60' la gara era indirizzata sul binario giusto. Ottimo primo tempo e avvio di secondo, mettendo sotto un avversario con ambizioni di classifica ben diverse. Il 3-1 annullato e il conseguente 2-2 hanno segnato inevitabilmente la gara. Rialziamo la testa e concludiamo al meglio questo 2017, a partire dalla prossima partita con il Belluno. Suu rossi su!!!

PIÙ E MENO 

+ Per almeno un'ora di gioco il Tamai si è dimostrato superiore al suo avversario. Approccio perfetto alla gara, tanta mole offensiva, ordine in campo con chiusura di tutte le linee di passaggio. Giglio particolarmente ispirato, una doppietta da trascinatore e movimenti a supporto della squadra. Positivi Maccan (sponde per i compagni e gran gol sfiorato) e Alcantara, in grado di creare superiorità numerica ripetutamente.

– Subire una rimonta da situazione di doppio vantaggio sicuramente fa male. Nel finale ci sono stati degli errori da correggere, frutto anche della paura sul pareggio subito. Fase difensiva un po' ballerina con diverse situazione da calcio piazzato a creare pericolo.

Fabrizio Sacilotto

Interviste post gara

Particolarmente nervoso mister Bisioli nel dopo gara. La rimonta è dura da digerire, sopratutto quando il risultato dopo la prima ora di gioco sembrava definitivamente acquisito. <<Si il primo tempo abbiamo fatto bene ma perché il secondo no? - si difende il tecnico - Mi sembra assurdo dover commentare una sconfitta del genere. Fino a 30' dalla fine eravamo sul 2-0 più che meritatamente, due gol annullati che vorrei rivedere e alla fine, per qualche errore di troppo abbiamo perso. Resta solo una grande rabbia e amarezza>>. Due gol su 4 sono nati da palla inattiva, ma secondo il tecnico è la prima volta che succede: << non è vero che abbiamo sofferto anche nelle scorse partite questo tipo di situazioni. Semmai abbiamo realizzato diversi gol sfruttando gli episodi da fermo. Vorrei piuttosto rivedere i nostri gol annullati perché il rammarico resta forte. La squadra ha interpretato molto bene la partita, come l'avevamo preparata>>. 

Infine, sulla rete del 2-1 subita appena dopo il gol del raddoppio mister Bisioli commenta così:<< sicuramente prendere gol subito non è stato bello, però eravamo sempre in vantaggio. Mancava più o meno un quarto d'ora alla fine e abbiamo avuto anche altre occasioni per fare il terzo. Purtroppo le partite non finiscono al 75' ma al 90'. Rimane tanta amarezza perché i 3 punti erano importanti per quanto prodotto dalla squadra e ci avrebbero consentito di vedere la classifica in maniera diversa>>.

Fabrizio Sacilotto