Tamai - Delta Rovigo 0-0

Sofferto
pareggio interno contro una squadra costruita per arrivare almeno in zona Playoff e che ha dimostrato sul campo il proprio valore. Acquista pertanto un merito particolare il punto ottenuto sul campo dai nostri giocatori.


Tamai - Delta Rovigo 0-0

TAMAI: Andreatta, Roman, Cudicio, Faloppa, Giacomini, Pignat (st 47' Kryeziu), Alcantara, Poletto, Sellan, Giglio, Fiorenzo (st 1' Fiorenzo). All. Bisioli

DELTA ROVIGO: Signorini, Capogrosso, Cavallini, Presello, Tarantino, Gattoni, Pasi (st 38' Taviani), Alessandro (st 16' Gherardi), Andreetto, Selimi, Vuthaj (st 28' Mboup). All. Cavallari

ARBITRO: D'Eusanio di Faenza. Assistenti: Mastrosimone di Rimini, Ravaioli di Forlì

NOTE: ammoniti Tarantino, Pignat, Cavallini. Recupero pt 1', st 2'. Angoli 1-8. Spettatori 300.

 

TAMAI - Secondo pareggio di fila per i ragazzi di mister Bisioli che dopo la trasferta a Chioggia, fermano sullo 0-0 il Delta Rovigo. Il pari, in questo caso però, ha tutto un altro sapore, sia per la difficoltà dell'avversario dalle ambizioni di altissima classifica, sia per non aver subito gol negli ultimi minuti, come purtroppo era solito succedere.

Uno 0-0 importante anche dal punto di vista del morale. Per la prima volta in stagione la difesa resta imbattuta. Farlo contro il Delta è una doppia sottolineatura, che rimarca la solidità del reparto.

Viste le assenze, il mister lancia una linea verdissima. In difesa l'esordio di Davide Roman dal primo minuto, vista l'indisponibilità di Russian. Davanti il mister inserisce Fiorenzo al posto dell'acciaccato Franciosi e conferma Sellan, causa squalifica di Maccan.

Curiosità: i nostri avversari sulle spalle non hanno i tradizionali numeri dall'1 all'11 ma hanno optato per maglie personalizzate.

Parte forte il Delta che nei primi 10' imprime da subito un forte ritmo. Pignat dopo 2' deve salvare in corner. Sugli sviluppi, il colpo di testa di Tarantino esce di un soffio alla destra di Andreatta. Arbitraggio all'inglese da parte del signor D'Eusanio. Poletto subisce fallo ma il direttore di gara lascia correre. Sulla ripartenza, Vuthaj viene contrastato al limite della nostra area, ma anche in questo caso si prosegue.

Primo segnale offensivo da parte delle furie al 21'. Alcantara spizza di testa per l'inserimento in area di Sellan, pallone che non trova lo specchio. Decisivo Andreatta in chiusura di tempo. Traversone dalla sinistra, controllo di petto di Alessandro che supera Roman e calcia verso la porta. Salvataggio con il piede sinistro di Lorenzo, che mantiene la porta inviolata. 

Dagli spogliatoi rientriamo in campo con un piglio diverso. A differenza di quanto visto con la Clodiense, la seconda frazione di gioco ci permette di prendere maggior confidenza. Primo cambio di mister Bisioli. Esce Fiorenzo ed entra Battaino. Sellan ci prova subito da fuori, Signorini in tuffo respinge. Al 4' ancora Andreatta impegnato. Il cross teso di Andreetto diventa un tiro pericoloso, che il numero 1 mette in corner.

Pochi minuti dopo, ottimo break di Alcantara che recupera palla, crossa per Battaino che colpisce di testa, ma Signorini si fa trovare pronto.

Al 25' sussulto delle furie con Giglio. Il suo tiro verso il palo di sinistra viene neutralizzato ancora da Signorini in tuffo. Prima del fischio finale il Delta chiude in avanti con Pasi, che di testa non inquadra lo specchio. 

Pareggio importante e punto guadagnato. Oggi il bicchiere è sicuramente mezzo pieno. Testa avanti. Suu rossi su!

 

PIÙ E MENO

 

+ Lo 0-0 al termine dei 90' e qualcosa in più di una semplice indicazione. Per la prima volta, la porta rimane inviolata e la difesa mantiene sicurezza e solidità. Decisivo Andreatta nel primo tempo con il piede. Sempre attento anche nelle sortite avversarie della ripresa. Ugualmente positivo il pacchetto arretrato, guidato da capitan Faloppa, ermetico nelle chiusure.

 

– Prestazione positiva da parte di tutta la squadra, nessuno merita l'insufficienza. Come con l'Adriese non è arrivato il gol, ma il lavoro degli attaccanti é stato comunque positivo per i compagni.

 


Soddisfatto a fine gara mister Bisioli. Non può essere altrimenti vista la caratura dell'avversario. Non aver preso gol sicuramente è un plus non da poco: << è un punto prezioso, per come abbiamo lottato e per la tranquillità che abbiamo avuto nell'interpretare anche le fasi della partita più difficili. Siamo contenti per non aver preso gol contro una squadra come il Rovigo, dalle ambizioni di altissima classifica>>. Primo tempo di contenimento, poca la spinta offensiva. <<È normale, avevamo difronte avversari di categoria, che sanno giocare a calcio in maniera importante. Il primo pensiero era quello di non subire>>. Dalla conferma di Andreatta all'esordio di Roman. << La riconferma se l'è meritata per quanto fatto domenica scorsa. Sicuramente stiamo aspettando anche Zonta che ci può aiutare sul discorso fuori quota. Davide invece è stata una necessità per sostituire Russian. De Biasi essendo un 97' non rientrava nelle possibilità>>. 

 

Fabrizio Sacilotto