Clodiense Tamai 2-2

Carambolesco primo pareggio in campionato all'Aldo e Dino Ballarin di Chioggia contro un'ostica Clodiense che ha messo l'anima per non lasciare i tre punti alle Furie. Quando sembrava di avere raggiunto l'obiettivo della vittoria esterna arriva il pareggio della squadra di casa.

Clodiense - Tamai 2-2

GOL: pt 17' Farinazzo, 28' Giglio, 31' Russian; st 38' Farinazzo

CLODIENSE: Luppi, Moretto (st 14' Granziera), Dell'Andrea (st 25' Saani), Gori, Abcha, Caso, Delcarro, Mazzola (st 14' Mazzola), Farinazzo, Hima, Baido. All. De Mozzi

TAMAI: Andreatta, Cramaro (st 43' Roman), Russian, Faloppa, Cudicio, Pignat, Alcantara, Poletto, Sellan (st 32' Maccan), Giglio (st 20' Kryeziu), Bezzo (st 37' Franciosi). All. Bisioli

ARBITRO: Crescenti di Trapani. Assistenti: Scardovi di Imola, Facchini di Bologna

NOTE: Espulsi Maccan al 88' e Baido al 91'.

CHIOGGIA - Primo pareggio stagionale per i ragazzi di Vinicio Bisioli, che contro la Clodiense recuperano lo svantaggio iniziale, portandosi al comando della partita, per poi venire nuovamente raggiunti nell'ultima metà di gara.

Il pareggio è tutto sommato il risultato più giusto visto quanto creato nei 90'. Primo tempo arrembante e seconda frazione in calo, con gli avversari caparbi nel recuperare il parziale, frutto di un secondo tempo giocato con maggiore intensità.

Esordio stagionale dal 1' per Sellan. A lasciargli il posto è bomber Maccan, a riposo causa impegni di lavoro, che in settimana non gli hanno consentito di allenarsi regolarmente.

Avvicendamento anche tra i pali. L'errore di domenica costa il posto a Zonta. Un turno di riposo per riprendere energie soprattutto mentali, in vista delle prossime partite.

Partenza a razzo delle furie con Bezzo subito protagonista. Al 6' ci prova dal limite dopo una respinta corta della difesa. Pallone che si alza sopra la traversa. Poco dopo, sugli sviluppi di un corner battuto da Giglio, ci riprova da fuori, trovando l'opposizione di un difensore avversario. 

Come spesso accade nelle ultime giornate, alla prima occasione, gli avversari colpiscono. È il 17' quando Farinazzo vince un rimpallo e solo davanti ad Andreatta non sbaglia. Pignat protesta per un presunto fuorigioco e viene ammonito. Cartellino giallo che arriva dopo pochi minuti anche ai danni di Alex. Il direttore di gara vede una simulazione del nostro numero 7, ma il contatto, appare evidente.

La reazione è grintosa e lo svantaggio carica le furie. Al 27' assolo di Sellan che entra in area e scarica di potenza verso Luppi, bravo a deviare in corner. È il preludio al gol che arriva un minuto dopo. Giglio dai 30 metri raccoglie un rinvio corto, alza lo sguardo e fa partire un tiro splendido che si insacca all'incrocio dei pali. Uno-due pazzesco delle furie, che al 31' passano in vantaggio. Dalla destra Cramaro scodella nel mezzo, Russian arriva dalla parte opposta e di testa inzucca di prepotenza. Prima dello scadere, Alcantara pericoloso con un paio di spunti, che si risolvono però in un nulla di fatto.

Al ritorno in campo, la Clodiense alza il ritmo costringendoci ad arretrare il baricentro. Al 18' ripartenza pericolosa dei padroni di casa. Delcarro approfitta di una respinta corta di Cudicio e prova l'incursione in area. Determinante Faloppa in chiusura.

Doppia chiamata per Andreatta, che di pugno è costretto all'uscita a ridosso della mezz'ora. I padroni di casa premono e al 37' arrivano al pari. Dalla sinistra ennesimo affondo con conseguente cross in area. La difesa buca l'intervento e Farinazzo da dentro l'area piccola trova il 2-2. Prima della fine arriva anche il rosso per Denis Maccan. L'arbitro segnala una sua gomitata ai danni dell'avversario. Il cartellino appare però troppo pesante. In pieno recupero l'ultima chance. Contropiede di Franciosi che serve Pignat in area, tiro di prima intenzione ma pallone sul fondo. Ripartiamo da qui, alla caccia dei 3 punti. Suu rossi su!!


PIÙ E MENO

+ Decisamente di buon livello il primo tempo delle furie. Gran mole creata in fase offensiva e il solito Alcantara, spina nel fianco sul versante di destra. Ottimo il lavoro nell'uno contro uno che costringe il mister della Clodiense a chiamare il raddoppio su di lui. Tra "i più" anche Sellan. Lavoro di sacrificio in avanti e tanto movimento a supporto dei compagni.

– L'atteggiamento nella ripresa è sembrato un po' troppo compassato. I padroni di casa hanno schiacciato sull'acceleratore portandoci ad una difesa ad oltranza. Sofferenza soprattutto sul lato destro con Cramaro spesso in difficoltà sul forcing avversario.

Fabrizio Sacilotto 

INTERVISTA POST PARTITA
Ancora nei minuti finali arriva la doccia gelata per le furie. Se domenica scorsa il pareggio è stato "scippato" a cinque dalla fine, contro la Clodiense sono sfuggiti i tre punti, ma i meriti dell'avversario vanno riconosciuti: <<bisogna essere onesti e riconoscere che nella ripresa i nostri avversari hanno fatto più di noi - ammette Bisioli - nel primo tempo abbiamo creato molto senza chiudere la partita. Nel secondo tempo sono stati più bravi loro a spingere fino a trovare la rete del pareggio>>. Pesano gli episodi, anche se non rappresenta un'attenuante. Nel primo tempo il vantaggio in sospetto fuorigioco e nella ripresa l'espulsione di Maccan a pochi minuti dal suo ingresso in campo: << è un peccato perché l'espulsione non c'era, me l'ha confermato anche De Mozzi, che tra l'altro è un amico. L'arbitro ha visto una gomitata ma così non è stato. Dispiace, perché Sellan aveva bisogno di rifiatare e Denis ci avrebbe aiutato a tener su palla, anziché schiacciarci dietro>>. Sull'esclusione di Zonta in favore di Andreatta il tecnico minimizza: <<il portiere è un ruolo delicato e ho voluto lasciarlo a riposo per preservarlo. È un momento delicato dove si rischia di giocare con la paura di commettere errori. Ha bisogno di riacquistare sicurezza e sono sicuro tornerà importante, perché le sue doti non si discutono>>.

Fabrizio Sacilotto